Sport e alta cucina si incontrano in quota con il Dolomiti Supersummer
(Prima Pagina News) La montagna d’estate ha una nuova identità: esperienze genuine e sport ai massimi livelli si fondono con ricette gourmet e accoglienza di qualità per rendere indimenticabile la vacanza. Nelle Dolomiti, le tradizioni gastronomiche rappresentano un patrimonio prezioso fatto di lavorazioni, ricette, e piccoli segreti, che si tramandano da generazioni e che oggi sono diventati uno dei biglietti da visita per queste valli e le loro comunità. E grazie ai 100 impianti del Dolomiti Supersummer le esperienze gourmet in alta quota si raggiungono con un’unica card. La montagna d’estate è in assoluto la più innovativa delle mete turistiche e sta costruendo una nuova identità: una vacanza all’insegna delle esperienze dinamiche che uniscono racconto, attività genuine all’aria aperta e comodità. Quest’evoluzione ha tante facce quanti sono i modi di scoprire le Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO: attraverso lo sport, la cultura, le leggende, l’alta gastronomia, la vicinanza di guide e operatori museali che vivono e amano la montagna e sono pronti a condividere la loro esperienza. Il tutto all’interno del più vasto circuito al mondo: il Dolomiti Supersummer riunisce, infatti, 12 valli e 3mila km² di vette, boschi e pascoli e 100 impianti di risalita con un’unica, pratica Card. Per chi vuole provare l’esperienza genuina della cultura gastronomica di questi territori, basata sui prodotti genuini di una terra curata e coltivata fino ai piedi delle rocce, senza però privarsi della cucina più raffinata nella quale gli chef più creativi mescolano sapientemente tradizione e sperimentazione, le 12 valli dolomitiche offrono un’intera gamma di possibilità per adulti e ragazzi e un ricco calendario di momenti dedicati a gourmet e buongustai ambientati proprio nei locali in quota e nelle malghe.

Leave a Reply